Notice: Trying to get property 'user_login' of non-object in /var/www/vhosts/entradentro.it/httpdocs/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 26
Skip to content
Mobile menu

Published in: coaching

Quando serve un coach?

By Francesco Perticari

Cosa fa un coach?

Per spiegare efficacemente il lavoro del coach, mi piace utilizzare la metafora  del taxista.

Il coach, come un  taxista con la sua automobile, dispone di strumenti, tecniche e competenze di processo con le quali è in grado di traghettare individui o gruppi dalla situazione attuale (non soddisfacente) a quella di un luogo d’arrivo desiderato.

La finalità del processo di Coaching è di migliorare le prestazioni delle persone, aiutandole a definire e, soprattutto, raggiungere i propri obiettivi:  nella vita, nello sport, nel business o nelle relazioni.

Il Coaching pone una particolare enfasi sul cambiamento generativo, che si concentra sulla definizione e sul raggiungimento di specifici obiettivi. Robert Dilts

Consapevolezza e responsabilità sono le profonde finalità del Coaching con la C maiuscola, le quali, al contrario di altre forme di coaching (Robert Dillts le chiama con c minuscola) ti aiutano a prendere pesci e non ti aiutano a diventare abile nell’arte della Pesca.

In pratica il coaching con la c minuscola ( Base) è il modello più diffuso anche in ambito sportivo e tende a sviluppare consapevolezza e competenze consce delle proprie abilità e risorse. Il Coaching con la C maiuscola (che chiameremo Generativo) lavora  anche su una gamma di livelli logici più alti come identità, valori e convinzioni.

Il Coaching Generativo è in grado di migliorare il livello consapevolezza dei propri scopi, di ciò in cui ci identifichiamo, di quello in cui crediamo di credere, delle capacità necessarie e di quelle acquisite, dei nostri comportamenti e infine del nostro ruolo negli ambienti in cui abbiamo scelto di vivere.

Il Coaching è per tutti?

Il percorso di Coaching è adatto a persone di tutte le età (maggiorenni per una questione legale) e di qualsiasi estrazione, anche se affrontare un percorso di miglioramento personale non è da tutti.

E’ un tipo di attività riservato a chi lo desidera davvero.

Rivolgersi a un Coach per compiacere qualcuno, per moda o per qualsiasi altra ragione che non sia frutto di un potente stimolo interiore teso alla realizzazione della migliore espressione di sé, rischia di compromettere il risultato.

Ecco in quali circostanze può essere utile rivolgersi a un Coach.

Quando:

  • Vogliamo generare nuove possibilità nella nostra vita
  • Ci troviamo di fronte a un bivio o a delle scelte
  •  Desideriamo riorganizzare alcune situazioni relative a noi e al rapporto con gli altri
  • Vogliamo comunicare con più efficacia
  • C’è la necessità di migliorare la gestione del proprio tono e del proprio stato
  • Siamo risoluti ad apprendere dagli errori del passato
  • Abbiamo la necessità di dare un nuovo significato a esperienze vissute
  • Sentiamo il bisogno di un aiuto per definire e raggiungere obiettivi
  • Siamo in procinto di superare ostacoli o affrontare situazioni problematiche
  • Cerchiamo un nuovo lavoro
  • Desideriamo nuovi stimoli nel vecchio lavoro;
  • Vogliamo imparare ad affrontare gli alti e i bassi
  • Cerchiamo un modo per migliorare le relazioni sociali, famigliari o di coppia
  • Richiediamo nuovi equilibri
  • Siamo pronti a esaminare gli avvenimenti da punti di vista diversi
  • Sentiamo l’esigenza di uscire dai nostri schemi aumentando il numero delle opzioni disponibili
  • Vogliamo creare abitudini funzionali o abbandonare abitudini inutili;
  • Ci sentiamo in trappola (e non vi sono disturbi fisici o patologie mentali)
  • Aspiriamo a esperienze diverse da quelle che stiamo vivendo
  • Semplicemente quando il nostro sistema (mente, corpo, emozioni, spirito) lo richiede e le circostanze ci portano da un lui.

Attenzione!

Un utile accorgimento:

Quando vai a scorrazzare in profondità corri il rischio d’inciampare nelle tue budella ma, ti assicuro, anche se ti sbucci le ginocchia, ne vale la pena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *