Notice: Trying to get property 'user_login' of non-object in /var/www/vhosts/entradentro.it/httpdocs/wp-content/plugins/wordpress-seo/frontend/schema/class-schema-utils.php on line 26
Skip to content
Mobile menu

Published in: Agilità emotiva, ispirazione, scrittura e creatività, vecchi post

Brad Pit sono io

By Francesco Perticari

Brad Pith… sono io!

A volte capitano delle cose in grado di scardinare le porte arrugginite e sempre troppo chiuse del nostro stato d’animo sempre troppo sotto tono.

Le mie si sono spalancate stamattina con un evento straordinario, molto utile per capire come trattare le persone.

Arrivo alle 12.40 trafelato davanti alla cassa del parcheggio di una manifestazione fieristica, consegno il gettone magnetico alla donna dall’altra parte del vetro, appena in tempo per pagare 11 euro per le tre ore di parcheggio invece di 18 euro della tariffa giornaliera che sarebbe scattata un minuto dopo.

La donna alza gli occhi, mi guarda – e questa è già una cosa straordinaria per gran parte delle persone che fanno il suo lavoro- con una insistenza discreta e mi saluta abbozzando un sorriso schietto.

Rispondo al saluto e le sorrido anch’io: “sono stato bravo ad arrivare appena in tempo…vero?“.

Lei prende i soldi e il gettone verde magnetico con gli occhi intenti a sbrigare le procedure di routine, e mi dice: “sei stato bravo ma non sorridevo per questo, sorridevo per una cosa che ti riguarda, non perché sei arrivato appena in tempo.”

Rimango un po’ stupito  dalle parole dirette della donna e la curiosità mi assale. “…a questo punto sei costretta a svelare il motivo del tuo sorriso, visto che riguardava proprio me“.

Lei alza lo sguardo sicura, fa cenno di girarsi a quello che dietro di me aspettava il suo turno per pagare e, con una sincerità che mi faceva comodo considerare reale, mi dice: “Sei la cosa più bella che mi sia capitato di vedere oggi!“.

E continua: “...guarda che di persone ne ho viste parecchie da stamattina!

Boom! Cambiare prospettiva

Le porte si spalancano, la prospettiva della mia giornata cambia completamente, e in quel momento comprendo davvero l’importanza di ricevere un complimento.

Più o meno so anche cosa state pensando, ora.

Eccolo uno che se la tira a fare il figo sul blog. Il solito piacione con l’ego ipertrofico intento ad  ammaliare signore frustrate con storie inventate, nascondendosi dietro la realtà virtuale del web che nasconde le rughe, la pancetta e un’età che ha superato da un pezzo il “mezzo del cammin” del sommo poeta.

I più smaliziati penseranno che si trattava di un banale tentativo di abbordaggio mentre i ricercatori mi faranno notare come il fatto di essere stato colpito dalla lusinga la dice lunga su come sia lontano dal pieno potere personale, immune da qualsiasi tipo di celebrazione vanagloriosa o di critica impietosa.

Pensate quello che volete, giudicatemi e mandatemi pure a quel paese, se volete, ma io quel complimento l’ho apprezzato, mi ha fatto felice punto! L’ho preso, me lo sono goduto e mi ha reso consapevole del potere che hanno complimenti sulle persone.

Tutte le persone girano con un cartello appeso al collo

E’ come se ciascuno di noi girasse con un cartello appeso al collo con la scritta: ” fammi sentire importante, per favore” e quella donna da dietro al vetro è riuscita a leggere il mio.

fammi-sentire-importante-entradentro-blog

Dopo essermi ripreso da quella ventata di aria nuova ho ringraziato la donna e siccome tutto ha solamente il  valore  che decidi di assegnargli le ho regalato un libro del mio amico e Coach Paolo Svegli. Come lei ha toccato una corda che aveva bisogno di essere sollecitata così ho sperato che quel libro potesse esserle utile.

Per cambiare il mondo

È utile fare beneficenza istituzionale alle associazioni di volontariato, sacrosanto. Ma, per favore, se vogliamo davvero dare il nostro contributo per realizzare un mondo migliore da subito, impariamo anche a guardare negli occhi le persone, quelle che incontriamo per caso e quelle che amiamo, esprimendo con determinazione cosa ci piace di loro.

Complimentiamoci per gli occhi, per la gentilezza, per la bellezza, per la semplicità, per la professionalità, per l’umiltà, per le scelte, per la lealtà, per la fiducia, per l’eleganza, per un semplice sorriso o anche solo perché ci tengono aperta una porta.

Se impariamo a vedere, guardare sarà più bello e l’apertura delle porte dell’anima sarà automatica come all’ingresso del supermercato.

Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre

Brad Pitt… Francesco Perticari

2 commenti su “Brad Pit sono io”

  1. Urca peró….audace la signora ….
    Della serie chi ha tempo non perda tempo….
    Ma non ha mica scoperto l’acqua calda peró??
    Glielo hai detto che hai un amica che fatica a guardarti negli occhi perché vede e sente la profondità della tua anima metterla a nudo di tutte le sue debolezze ??
    Ehhhh….????
    Dopo questa io mi merito un’intera enciclopedia !!
    Ti voglio bene grande Brad/Chicco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *