Skip to content
Mobile menu

Published in: Agilità emotiva, allenamento per la mente, leadership

Decisioni difficili

By Francesco Perticari

Una decisione difficile non è altro che scegliere una cosa e abbandonarne un’altra.

E’ facile nella vita imbattersi in momenti nei quali ti trovi a dover decidere fra due opzioni. Perseverare o rinunciare, partire o rimanere a casa, colpire o arrendersi, fuggire o fingersi morti, lasciare andare o trattenere.

Affrontare questi momenti è molto impegnativo, i pensieri si concentrano sul dilemma svuotando il corpo e la mente di ogni energia.

Nella fase precedente alla decisione tutto il nostro essere viene coinvolto. A livello emotivo, si attivano una serie di segnali che, se mal gestiti, finiscono per compromettere il sistema allontanandoci sempre di più dall’opzione più utile al cambiamento.

Vi sono circostanze nelle quali dobbiamo essere tempestivi, altre nelle quali siamo noi a determinare il tempo che ci separa dalla risposta.

Nel secondo caso, più a lungo rimaniamo nello scomodo limbo che precede  la decisione, più ci sentiremo male, destabilizzati e insicuri rendendo impellente la necessità di prendere una scelta.

In quel momento tutto sembra molto difficile ecco perché la maggior parte delle persone tende a fuggire via dalle decisioni e ad accomodarsi nell’area di famigliarità e di immobile stazionamento. Comodi ma immobili, rilassati ma con un minor numero di opzioni e sopratutto privi del carburante naturale dell’uomo: l’azione finalizzata al miglioramento.

L’evoluzione personale e la crescita si nutrono di decisioni e siccome l’evoluzione non dipende solo dalla nostra volontà, anche i più pigri si troveranno ad affrontare queste situazioni.

O decidi di decidere o qualcuno deciderà per te e in questo caso arriverà il momento in cui qualcosa non ti starà più bene e dovrai comunque muovere il culo.

Quando decidiamo di muoverci in direzione del miglioramento non dovremmo dimenticare il monito di Kant: « Prima di valutare se una risposta è esatta si deve valutare se la domanda è  corretta »

Questo è un blog pratico, nato con l’idea di aiutare me stesso e chiunque sia aperto a mettersi in discussione. Ecco una serie di domande che potrebbero aiutarci (scrivo potrebbero al condizionale perché non ne sono sicuro, quello che è certo è che non hanno controindicazioni e nel dubbio una delle cose migliori da fare è partire da se stessi, magari con un approccio diverso dal solito).

Scegliere l’opzione A/B…

  • mi consente di avvicinarmi a essere la persona che voglio essere?
  • mi da un profondo senso di soddisfazione?
  • è in linea con i miei valori e con il contributo che sento di poter dare al mondo?
  • mi consentirà di mettere in gioco i miei talenti e i miei punti di forza?
  • mi darà buone opportunità di successo?
  • creerà condizioni affinché la situazione vada in direzione di una crescita?
  • a quali opportunità mi costringerà a rinunciare?
  • mi fa sentire una persona decisa o uno stupido?

Ascoltate le risposte con quanta più onestà e centratura possibile e ricordate per continuare a crescere bisogna essere aperti all’ignoto anche se potrebbe rivelarsi spiacevole.

 

 

Un commento su “Decisioni difficili”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *